IL TUO CARRELLO E' VUOTO 
KURT HASSERT

IL LAGO FUCINO COME VENNE PROSCIUGATO
La descrizione d'una impresa grandiosa nel racconto di uno scrittore tedesco che soggiornò nella Marsica nell'anno 1895

I Tascabili d'Abruzzo 106, in 16° pp.104, Cerchio 1998 - Euro 12.5


La descrizione d'una impresa grandiosa nel racconto di uno scrittore tedesco che soggiornò nella Marsica nell'anno 1895. "E' proprio una lettura stimolante, da fare tutta d'un fiato perché ogni pagina è interessante, ogni pagina è una miniera di notizie che, se anche conosciute, qui essendo riassunte dalla chiarezza e rigorosità teutoniche, possono, anzi sono senz'altro, essere utili a tutti i lettori, studiosi o semplici appassionati di questo secolare tema sul "lago che fu", sui pescatori diventati agricoltori (si veda la breve ma completa descrizione sulle condizioni dei primi e sulla biofauna del lago; si noti l'entusiasmo del viaggiatore sulla "differenza dei giorni nostri", sulla "più vasta e migliore regione coltivabile dell'Abruzzo" sul cambiamento del clima (evvero ormai più "nordico", ma sicuramente più salubre rispetto ai secoli malsani trascorsi in balia dei capricci di un lago comunque limaccioso, ma terribile e devastante nelle sue frequenti inondazioni, non avendo uno scarico naturale!), sul benessere incipiente "dopo tanta miseria" con la crescita degli abitanti, sulla sincera ammirazione "per l'azione generosa di un sol uomo che ha liberato un vasto territorio da un flagello tormentoso", pur con l'altrettanto sincero rimpianto su un prosciugamento che "ha privato gli Abruzzi di una delle principalissime attrattive e ha distrutto un paesaggio incantevole". Dalla Prefazione di Iginio G. Cerasani.
AGGIUNGI AL CARRELLO « TASCABILE PRECEDENTE   TASCABILE SUCCESSIVO »