IL TUO CARRELLO E' VUOTO 
FRANCESCO BRUNI

I CANTI DEL MANDRIANO ABRUZZESE

I Tascabili d'Abruzzo 116, in 16° , Cerchio 1999 - Euro 12.5


Nelle poche righe della sua premessa agli ottocenteschi Canti del mandriano Francesco Bruni pone i tre fondamentali problemi legati all'immagine della pastorizia abruzzese: 1) le miserevoli condizioni di vita del mandriano; 2) il rapporto tra poesia còlta e poesia popolare; 3) i disagi e le "miserie" della transumanza. I Canti del Bruni (o "raccolti" dal Bruni) sono un quadro avvincente e sentimentalmente realistico di tale condizione del pastore transumante. Le tematiche della solitudine del pastore, delle sue sventure, della durezza della vita transumante, della lontananza della donna e dei figli, del desiderio del proprio luogo nativo sono frequentissime e si ritrovano, più o meno accentuate, in tutte le liriche della raccolta. L'interessante e corposa introduzione di Angelo Melchiorre (nella quale egli affronta non solo il tema della "figura" del "pecoraro", ma anche le più complesse tematiche del rapporto tra cultura abruzzese e cultura mondiale e quelle, ugualmente importanti, della natura del canto popolare), corredata da una sintesi in prosa (stesa da Francesca Romana Letta) dei canti del Bruni, rende questo libro particolarmente utile per gli studiosi della cultura popolare abruzzese e per i cultori di storia regionale, oltre che interessante e suggestiva per il lettore comune.
[NON DISPONIBILE] « TASCABILE PRECEDENTE   TASCABILE SUCCESSIVO »