IL TUO CARRELLO E' VUOTO 
LUIGI PICCIONI

STORIA DEL TURISMO IN ABRUZZO
Viaggiatori, villeggianti e intellettuali alle origini del turismo abruzzese (1789-1910)

I Tascabili d'Abruzzo 120. In 16 pp. 186. Cerchio 2000 - Euro 12.5


L'Abruzzo resta escluso sia dagli itinerari del classico Grand Tour nobiliare sia da quelli del Romantic Tour fino a buona parte dell'Ottocento. Unica e oggi quasi sorprendente eccezione la Marsica fucense e dei Piani Patentini, pi facilmente accessibile, di grande valore paesaggistico e deposito di formidabili memorie storiche.
Il volume ripercorre il lento formarsi di una immagine turistica della regione a partire dalle prime ricognizioni approfondite di Richard Keppel Craven ed Edward Lear sino all'esplosione di fama nazionale indotta dalle opere di Michetti e D'Annunzio e dal progressivo interessamento del Touring Club Italiano.
Parallelamente a questo progressivo definirsi di stereotipi, attrazioni e mte si consolida un rudimentale apparato ricettivo, molto arretrato rispetto ad altre regioni italiane del Centro-Nord ma che gi alla vigilia della Prima Guerra Mondiale delinea i tratti fondamentali del grande sviluppo turistico successivo agli anni '50.
AGGIUNGI AL CARRELLO TASCABILE PRECEDENTE   TASCABILE SUCCESSIVO