IL TUO CARRELLO E' VUOTO 
LUIGI BOLOGNA

ITINERARI TURISTICI PER L'ABRUZZO E MOLISE
Cronaca di un viaggio in ferrovia attraverso l'Abruzzo agli inizi degli anni '20

I Tascabili d'Abruzzo 126, in 16° pp.155, Cerchio 2001 - Euro 12.5


Stampata in pochissimi esemplari e sconosciuta alla maggior parte degli studiosi di cose d'Abruzzo, questa guida si fa apprezzare per la puntigliositą messa dall'Autore nel voler ricercare minuziosamente tutti quegli aspetti innovativi che furono caratteristici in una regione come l'Abruzzo sempre all'avanguardia nel recepire il senso della trasformazione, da una condizione agricola-pastorale, a quella evolutiva della socetą moderna e industriale.
Siamo agli inizi degli anni '20: le ferrovie ormai attraversano la nostra regione in lungo e in largo, e l'autore ne approfitta per un indagine conoscitiva di paesi e contrade che vengono, finalmente, alla ribalta dopo secoli di miseria e di abbandono. Il volume si svolge lungo itinerari gią programmati e sarą utile per il lettore conoscerne il percorso: La valle Roveto, Il Parco Nazionale d'Abruzzo, Il pianoro di Caporciano, L'altipiano di Rocca di Mezzo, La valle Subequana, La gola di S. Venanzio, L'altipiano di Campotosto, La conca del Fucino e la valle Peligna, La valle del Pescara, Lungo l'Adriatico, Tra la Vezzola e il Tordino, La valle del Vomano, L'altipiano dell'Aquila, La valle dell'Aterno, Il Sagittario e il Lago di Scanno, Il piano di Cinquemiglia, Dall'Aventino all'Adriatico, Da Castellammare a Lanciano, Da Tocco Casauria a Caramanico, Dal Sangro al Trigno.
AGGIUNGI AL CARRELLO « TASCABILE PRECEDENTE   TASCABILE SUCCESSIVO »