IL TUO CARRELLO E' VUOTO 
MAUD HOWE

CRONACA DI VIAGGIO TRA I MONTI D'ABRUZZO
nell'autunno del 1898

I Tascabili d'Abruzzo 136, in 16° pp. 124, Cerchio 2002 - Euro 12.5


Maud Howe fu reporter nella nostra regione durante il mese di settembre 1898. Scopo del suo viaggio dell'impervio altopiano è di ricercare l'approccio con i familiari dei primi emigrati degli USA.
La sua narrazione sembra conservare il tono del parlare comune e familiare, ma è ricca di spunti suggestivi.
Il resoconto del suo viaggio a Roccaraso, Castel di Sangro, Scanno e Sulmona è un vero atto d'amore tributato alla vita a alla civiltà italiana che l'autrice in quel momento respira appieno, con serena felicità, e che noi consideriamo ora come una ideale continuazione dell'itinerario leariano da parte della grande giornalista, avviatasi appunto, sebbene con altri mezzi e notevoli comodità, sulle orme del Lear.
Tuttavia noto una profonda differenza tra la visita fatta in treno degli Abruzzi di Maud Howe e quella di più vasta area del Lear, svoltasi rambling, a cavallo e a piedi, quando la regione non era ancora fornita di strade comode ed era parte integrante del Regno di Napoli. Quanta strada, dunque, tra il biennio 1843/44 e il 1898.
L'indagine dell'attenta giornalista conserva, a distanza di tanti anni, una freschezza impressionistica davvero eccezionale.
AGGIUNGI AL CARRELLO « TASCABILE PRECEDENTE   TASCABILE SUCCESSIVO »