IL TUO CARRELLO E' VUOTO 
EMANUELA MONTANARI

L'ARMA DEI CARABINIERI E I BRIGANTI
La repressione del brigantaggio post-unitario in Abruzzo e nell'Italia meridionale

I Tascabili d'Abruzzo 141, in 16° pp. 178, Cerchio 2003 - Euro 12.5


La stesura di questa ricerca storica mi ha positivamente catturata pagina dopo pagina, così che, dopo averla ultimata, mi è sembrato aver scritto il tutto di getto, come se ogni minimo spunto mi fosse stato di grende aiuto, assai di più di quanto potessi immaginare all'inizio di questa 'avventura'.
La decisione di scrivere sul ruolo avuto dall'arma dei Carabinieri nella repressione del brigantaggio italiano post-unitario, nasce da una passione 'familiare': quella che, verso la figura del carabiniere per l'appunto, nutro da sempre in quanto figlia orgogliosa di un'esponente dell'arma adesso in congedo.
Inoltre, adoro scrivere e il connubio dei due elementi ha dato i suoi 'frutti'.
Nelle mie intenzioni, quetsa avrebbe dovuto essere una ricerca storica in grado di fornire al lettore ideale un quadro il più possibile chiaro, anche se sintetico (e, soprattutto, comprensibile ai 'non addetti ai lavori'), del fenomeno del brigantaggio e delle operazioni militari che gli furono opposte.
Spero di essere riuscita nell'intento.
Di sicuro chi vorrà leggere queste pagine potrà trovarci una realtà tretteggiata e delineata nei suoi più svariati aspetti ed elementi: dalla annotazione storica all'aneddoto popolare, dall'osservazione strategico-militare alle implicazioni di ordine economico-sociale, sino a gettare un rapido sguardo sulla 'benemerita' e 'fedelissima' dei nostri giorni. L'Autrice.
AGGIUNGI AL CARRELLO « TASCABILE PRECEDENTE   TASCABILE SUCCESSIVO »