IL TUO CARRELLO E' VUOTO 
ANTONIO DE NINO

LE PIU' BELLE FIABE ABRUZZESI

I Tascabili d'Abruzzo 32, in 16' pp. 136, II Ediz. Cerchio 1997 - Euro 12.5


Antonio De Nino, nativo di Pratola Peligna, scomparso agli inizi del '900, va ricordato sempre come uno dei più illustri cultori di storia abruzzese, impegnato sopratutto nella ricerca su gli usi, costumi, letteratura popolare, tradizioni, gli aspetti, in breve, che, nella civiltà d'una regione, costituiscono quel che si dice "folklore". In tale attività rientra anche una sua raccolta di fiabe, che egli ebbe cura e pazienza e ascoltare dalla viva voce del popolo e riscrivere con un linguaggio più vicino possibile a quello parlato. Adelmo Polla, che da anni si è fatto anche egli ricercatore di storia abruzzese ed anche benemerito editore di quanto viene scoprendo, ha creduto di far cosa utile ( e noi aggiungiamo, anche buona e bella)nello scegliere e rielaborare con indubbia bravura alcune tra le fiabe raccolte dal De Nino, ed inserirle in un volume della sua collana "I Tascabili d'Abruzzo" E' inutile ricercare gli autori di queste fiabe: nessun dubbio che alcune abbiano origine letteraria, ma la sensazione unica che si prova ascoltandole è che tutte sembra che si siano fatte da sé, un poco alla volta, il loro nocciolo trascorrendo di bocca in bocca, poco alla volta, da un paese all'altro, e queste che quì si leggono, tutte, indistintamente 'oggi', così come ci sono giunte, sono solo popolari e abruzzesi, con motivi che prescindono da qualunque altro fine che non sia solo quello di far sognare. Ugo Maria Palanza
AGGIUNGI AL CARRELLO « TASCABILE PRECEDENTE   TASCABILE SUCCESSIVO »