IL TUO CARRELLO E' VUOTO 
GENNARO FINAMORE

NOVELLE EROTICHE ABRUZZESI
Edizione critica e cura di Maria Concetta Nicolai

I Tascabili d' Abruzzo 68, in 16' pp. 100, Cerchio 1994 - Euro 12.5


Il folclore erotico č stato č stato ed č tuttora ancora troppo poco indagato perchč si possa agevolmente disegna una mappa degli usi e delle tradizioni sessuali delle culture tradizionali. Ogni documento quindi, al di lą del valore intrinseco, acquista la funzione di contribuire alla ricostruzione di un universo a torto rimosso dai comuni interessi antropologici. Sulla scia di una nuova posizione delle discipline sociali e umane verso la sessualitą intesa come forza fondante e positiva, Maria Concetta Nicolai presenta una raccolta di racconti erotici, raccolti da Gennaro Finamore intorno al 1880.
Da essi emerge un universo vitale e positivo che non perde di vista i valori e le regole della dignitą umana ed in cui il sesso č percepito come esplicitazione naturale del rapporto uomo-donna, senza distorsioni o inutili condanne per cui la folla di monaci, preti, giovani furbi, ragazze ingenue, mariti sciocchi e mogli sempre pronte a cogliere l'occasione al volo, fanno parte del gioco quotidiano e rientrano in un preciso equilibrio. Di delinea una realtą in cui quello erotico č un confronto adulto e alla pari, senza violenza e sopraffazioni, tranne che in rarissimi casi in cui peraltro i colpevoli ricevono subito una condanna esemplare, uno scenario dove ognuno interpreta se stesso consapevolmente e fino in fondo; i mariti traditi sanno come prendersi a rivincita, le mogli sanno cavarsela in ogni occasione e l'arte dell'arrangiarsi č direttamente proporzionale all'esperienza necessaria in un contesto in cui ciascuno č artefice della propria fortuna.
AGGIUNGI AL CARRELLO « TASCABILE PRECEDENTE   TASCABILE SUCCESSIVO »